Walking & Trekking
    Scoprite con noi il 'La Valle dei Briganti'! Con vista su Capri e Positano
    - Costiera Amalfitana-

     

    Ruggieri di Agerola era un famigerato brigante che operava e si nascondeva in queste zone, nei fitti boschi e nelle grotte segrete, e di cui ci parla Boccaccio nella decima novella della quarta giornata del Decamerone. Pare che trovò riparo anche nello splendido fjordo di Furore.

    Può essere davvero divertente esplorare le grotte naturali e l'ambiente in cui per secoli ha proliferato il brigantaggio.

    L'tinerario può iniziare dalla piazza 'Generale Avitabile' di Agerola, precisamente in frazione San Lazzaro, e ha una durata di circa 3 ore con un dislivello pari a 500 metri, sia in salita che in discesa. La prima località che si attraversa è Pendola camminando su un sentiero molto antico per continuare poi su via Paipo: un'antica scalinata in pietra. Da qui in poi, lungo il cammino potrete ammirare i terrazzamenti tipici della Costiera Amalfitana con le relative coltivazioni, e attraverserete splendidi castagneti e boschi di ontani. La meta è innazitutto il Monte Tre Calli, per poi proseguire verso la sella di Capo Muro. Da qui si snodano due itinerari: il più gettonato è quello in direzione del Monte Sant'Angelo per salire fino ad uno dei suoi Tre Pizzi. Di questi, il meno impegnativo è il Monte Catiello giunto al quale il percorso di trekking può proseguire verso Bomerano passando per la Madonna del Silenzio.

    Qui sedetevi per riprendere fiato e godetevi il panorama su Positano e Capri! Soprattutto... mettete mano alla macchina fotografica! Per immortalare questo momento...