Walking & Trekking
    Avventuriamoci tra 'Le Gole del Fiume Calore'
    - Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano -

     

    Le Gole del fiume Calore nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano sono uno straordinario patrimonio naturalistico. Il fiume Calore forma nel suo tragitto dal Monte Cervati a scendere verso il mare ben cinque gole e/o vallate, ma quella più suggestiva è situata nel terriotorio tra Felitto e Magliano, qualche chilometro dall'abitato di Castelcivita, dove si sviluppa una grotta di ben 4.800 metri di lunghezza con una profondità di 52 metri. Qui per gli appassionati di trekking si apre un percorso naruralistico piuttosto facile, con durata di circa 6 ore e un dislivello di 200 mt ca. sia in discesa che in salita, con partenza da Felitto (il paese del 'fusillo cilentano') fino a raggiungere, all'uscita dalla gola, l'antico ponte medievale in pietra ad arco (detto anche 'a schiena d'asino'), nei pressi di Magliano. Ponte che ha permesso per molti secoli il collegamento pedonale tra gli antichi borghi di Magliano e di Felitto, appunto.

    Spettacoli di inaudita bellezza s'aprono durante il cammino: ambienti selvaggi e incontaminati dalla vegetazione rara, naturale scenografia ricca di colori e profumi con il rumore tonante delle acque da sottofondo. Ci troviamo nel "regno" della lontra, che qui vive indisturbata, libera e protetta. Il sottobosco ricco di vegetazione arbustiva rammenta quasi una foresta tropicale. Lungo il cammino si incontrano foglie di edera, di lauroceraso e grossi tronchi di frassino e carpino bianco.

     

    Partendo da Felitto abbiamo due possibilità di raggiungere le Gole del Calore: per chi ama camminare, una, è quella di seguire le indicazioni per Laurino per 1 km per poi girare verso località Remolino per arrivare, dopo circa un ulteriore km, alla riva del fiume Calore. Da qui si prosegue in discesa verso una vallata dove vedremo scomparire il fiume. Nella località Remolino (182 m) invece il fiume dà vita ad un piccolo lago naturale. Costeggiado il fiume Calore alla sua destra saliamo lungo un sentiero che conduce dopo 30 minuti ca. a una biforcazione: a destra si può proseguire per il Ponte Naturale "Pretatetta" e raggiungere l'altra riva. Rimanendo su questa riva si può proseguire, oltrepassando il Ponte Naturale, in direzione Magliano e raggiungere, dopo ca. un'ora e mezza di trekking il Ponte Medievale di cui parlavamo prima. L'altra via per il Fiume Calore è quella di recarsi in Piazza Mercato a Felitto e seguire la segnaletica 'Gole del Calore' fino ad arrivare ad una scalinata che vi conduce direttamente.